CAMPIONI PROVINCIALI 2011/2012 - 2012/2013 - CAMPIONI REGIONALI 2011/2012

CAMPIONI PROVINCIALI 2011/2012 - 2012/2013 - CAMPIONI REGIONALI 2011/2012

sabato 17 dicembre 2011

SAN FELICE - CDP QUERCETO 1-3. Natale sul puntale!

Con la nona vittoria in campionato per 3-1 a scapito del San Felice il Querceto conclude questo 2011 in grande stile portando a casa il risultato desiderato e confermando l'unità di un gruppo straordinario accompagnato da un pubblico magnifico che non ha rinunciato a seguire la squadra anche nella trasferta di Galluzzo. Un risultato che sembrava alla portata ma che dopo il vantaggio avversario non era più così scontato, gli episodi e la concentrazione hanno comunque permesso agli arcieri di sorpassare a fine primo tempo e di controllare nel secondo allungando con la terza rete.
La CDP parte con Chessa, Bartoloni, Bencini, Turini, Martelli, Dicarlo, Sandrè, Remorini, Collini, Zuffanelli e Ferri.
Il Querceto ha subito l'occasione di passare con una bella azione di contropiede sulla quale Ferri smarca Collini scavalcando la difesa avversaria, sambacollo controlla e conclusde da posizione ghiottissima ma il portiere in uscita respinge.
I rossogialli ci riprovano all'8' con un angolo sulla testa del solito Dicarlo, la conclusione viene ancora deviata dal portiere e la mischia successiva fa carambolare il pallone di pochissimo a lato.
Si fa sotto ancora la squadra ospite con uno Zuffanelli volenteroso che calcia di destro dal limite, tiro centrale.
Al 12' si fa vedere avanti il San Felice che con l'azione repentina del bravo numero 7 mette a dura prova Chessa che blocca il tiro dalla distanza.
Passano due minuti e i padroni di casa passano; punizione dubbia dalla trequarti destra che viene scodellata dentro l'area, Chessa in uscita prova a bloccare la palla che gli sfugge dando la possibilità al centrocampista di concludere dal limite, il tiro passa sotto diverse gambe superando anche l'ultimo quercetano a difesa della linea di porta. 1-0!
Il Querceto non si disunisce e con una reazione da grande squadra riparte in avanti, ma qualche rimpallo sfortunato non permette ai sestesi di arrivare alla conclusione come vorrebbero e i tiri escono alti sopra la traversa.
Al 34' c'è però il gol che riapre le sorti del match, cross dentro  dopo un fallo guadagnato da Sandrè sulla fascia sinistra, sulla parabola arriva Ferri che di testa indirizza il pallone sul secondo palo battendo il portiere e trovando  l'1-1!
Tifoseria delirante e festa per la parità ritrovata.
Passano solo 5 minuti e l'episodio chiave della partita si materializza: palla a Remorini sulla fascia destra, l'esterno appoggia di testa dentro per Zuffanelli che tocca la palla prima di essere travolto dal capitano dei locali, l'arbitro decreta il penalty; il capitano non ci sta e manda a quel paese piu' volte il direttore di gara che senza fare una piega estrae il rosso lasciando i fiorentini in 10 uomini.
Sul dischetto si presenta Ferri che batte di piatto alla sinistra dello spiazzato portiere, GOL! 1-2.
Si va al riposo col vantaggio numerico e di reti e nella ripresa gli arcieri provano a controllare il risultato.
Non è un secondo tempo esaltante perchè il S.Felice prova a pareggiare senza sbilanciarsi e la CDP fa girare bene la palla per evitare attacchi pericolosi.
Ci prova Remorini a svegliare la squadra con una iniziativa intraprendente sulla fascia di competenza che gli permette di arrivare sul fondo offrendo un bel rasoterra a Ferri che cerca la tripletta, il tapin è parato dal portiere.
I locali provano ad attaccare e lo fanno con un cross dentro dalla trequarti da calcio piazzato, l'azione stavolta si perde però sul fondo dopo un tentativo dei saltatori di colpire a rete.
Iniziano i cambi ed entra Lipuma per Zuffanelli, la sostituzione si rivela da subito azzeccata perchè il nuovo entrato centra il triangolo con Collini che viene ben smarcato dalla punta quercetana, l'avanzata solitaria verso la porta lo fa trovare a tu per tu col portiere e stavolta non sbaglia, rasoterra vincente e risultato in saccoccia 1-3!
Entra anche Casaburi per Collini e a risultato acquisito la partita perde di tono, prova a riaccenderla Sandrè con una cavalcata solitaria sulla sinistra che gli fa superare gli avversari come se fossero paletti, l'esterno è diretto verso la porta ma il difensore lo ferma con un fallo da dietro da ultimo uomo, l'arbitro non infierisce e fischia solo la punizione senza estrarre cartellini.
Entrano anche Innocenti e Petrini per Sandrè e Martelli, nel finale il direttore di gara non concede recupero (anzi fischia probabilmente un minuto prima della fine del tempo regolamentare) e decreta il termine delle ostilità e i 3 punti per i sestesi.
Folla in festa e corsa sotto la curva, ancora un risultato importante, ancora un entusiasmo inegualiabile che rende quest'anno solare forse uno dei migliori della storia del Querceto con 15 vittorie, 6 pareggi e 7 sconfitte, 51 punti realizzati in 28 partite, 49 gol fatti e 35 subiti. Ovviamente guardando quest'inizio di stagione l'asticella dei risultati positivi è schizzata in alto ma noi dobbiamo restare concentrati, uniti in un cammino sempre lungo e difficile.
Martedì allenamento e venerdì amichevole col Settimello, una prova importante seppure con una squadra di ottimo livello. Un test che prescinde dal risultato ma che deve prepararci al meglio alla nuova sfida del 2012 contro il Rione S.Frediano, una delle dirette rivali alla corsa al titolo, forse una delle partite più importanti di questa andata.
Tutti agli allenamenti prenatalizi (viene anche quella della foto dice...)! VAMOS QUERCETO!

lunedì 12 dicembre 2011

CDP QUERCETO - HUMANITAS SCANDICCI 2-1. Cupi ma vincenti!

In una partita più impegnativa delle aspettative il Querceto supera un Humanitas che, a dispetto della classifica, si dimostra avversario complicato.
Gli arcieri comunque, spinti da un pubblico in delirio, trovano i 3 punti nonostante le difficoltà incontrate specialmente nel primo tempo e una prestazione leggermente inferiore rispetto a quelle messe in campo finora. Rimane un buon segnale l'aver portato a casa il risultato anche nei momenti meno brillanti.
La CDP parte con Massimiliani, Bartoloni, Malavolti, Dicarlo, Sandrè, Collini, Baronti, Casaburi, Antimi, Ferri e Lipuma.
E' l'Humanitas a partire col baricentro più alto e a provare a segnare, in un paio di occasioni il centrocampo prova a smarcare le punte che mancano l'aggancio di pochi centimetri.
Ma dopo soli 6 minuti arriva il vantaggio quercetano; calcio d'angolo dentro di Antimi che trova sul secondo palo la testa di Dicarlo, il potente difensore colpisce forte e trascina oltre la linea di porta anche il portiere regalando la gioia ai suoi compagni e il vantaggio alla sua squadra!
Nonostante il risultato di 1 a 0 i rossogialli non sono ancora in giornata e trovano difficoltà a ripartire, ci prova Sandrè sulla fascia ma i passaggi di Collini non sono tra i migliori.
Si va a metà primo tempo quando l'Humanitas trova il pareggio; azione sulla sinistra del bravo n.10 che salta Dicarlo e crossa di esterno nel mezzo per il 9 lasciato colpevolmente solo da Malavolti, la punta scandiccina colpisce indisturbato infilando la palla sotto la traversa per il pareggio, 1-1.
Il Querceto rialza la testa e prova a ritornare avanti, l'occasione più clamorosa è sui piedi di Lipuma al quale viene offerto un bel passaggio di Ferri a pochi passi dalla porta, il piatto della rientrante punta è pero largo di poco sul secondo palo.
Ci prova anche Collini con un tiro di poco fuori area e poi Casaburi sempre dal limite, le conclusioni sono imprecise e il primo tempo si conclude in parità.
Nella ripresa i quercetani rientrano in campo con più determinazione e dalla panchina cominciano a fare il loro ingresso "nomi grossi". Nell'intervallo Antimi lascia il posto a Zuffanelli.
Il Querceto ci riprova nel secondo tempo, stavolta è Ferri ad avere la palla gol sul destro, dopo un bel passaggio nel mezzo, la conclusione viene pero' deviata in tuffo dal portiere.
L'Humanitas risponde con i lanci lunghi del portiere che trovano lo stopp del N.10 che dal limite calcia fuori di poco.
Entrano Bencini e Remorini per Malavolti e Casaburi, il querceto prosegue l'attacco ma non trova la via del gol nonostante la prestazione in crescita.
E' l'ingresso di Petrini per Lipuma a rimettere ordine ed è proprio l'ex castello a offrire al 27' un'invitante palla in profondità sulla fascia sinistra per Sandrè che con uno sforzo sovraumano arriva sul fondo a crossare, Zuffanelli fa la sponda per Ferri scavalcando anche il portiere in uscita e il giovane sestese piazza in rete comodamente per il 2-1!
Boato del pubblico e querceto di nuovo in vantaggio.
Entra Fabbretti per Baronti e gli arcieri controllano il risultato facendo il facile, Collini ha l'opportunità di trovare il terzo gol su un bel lancio lungo, ma davanti la porta sambaCollo calcia alto di poco.
Triplice fischio e nuova corsa sotto la curva, grande esultanza e ancora una volta grande tifo!
Nonostante non sia stata tra le migliori prestazioni stagionali la CDP ha dimostrato di essere squadra concreta e ha trovato la via della vittoria con pazienza anche nel momento in cui sembrava esserci un po' di scoraggiamento. Bravi tutti e andiamo avanti così.
Complimenti per la cena di ieri dove la partecipazione è stata massima e le onoreficenze storiche (come si evince dalla foto)! e grande Innocenti che come sempre ha intrattenuto il pubblico nel migliore dei modi!
Domani allenamento di rifinitura in vista dell'ultima partita ufficiale del 2011 al Galluzzo contro il S.Felice, impegno importante che deve confermare quanto di buono fatto fino ad oggi.
VAMOS QUERCETO!!

venerdì 25 novembre 2011

CDP QUERCETO - SAN MINIATO 4-1. Generazioni gloriose!(?)

Il trascinante Querceto prosegue nel suo periodo straordinario conquistando la vittoria numero 6 di questo campionato e restando in testa al girone a 3 punti dal Vieusseux inseguitrice. Ancora una volta gli uomini di Fantini mettono in scena una bella prestazione coadiuvata dall'ormai consueto pubblico da brividi del Caruso. Il bello è che i primi due gol degli arcieri sono arrivati grazie all'estro di un ri-esordiente Zuffanelli che, come un ragazzino, rimette piede in campo siglando una doppietta come biglietto da visita e subito dopo è Remorini a trovare la rete; 20 anni di differenza ma un talento indiscutibile per entrambi.
La CDP parte con Chessa, Turini, Bencini, Cinotti, Martelli, Petrini, Collini, Remolini, Sandre, Zuffanelli, Ferri; in panca Vazzana, Fabbretti, Innocenti, Bartoloni, Castellucci, Gigli. Dirigenti Di Carlo Bartolini Fantini.
La prima azione pericolosa è del S.Miniato che al 10' fa tremare la traversa quercetana con una punizione, quattro minuti dopo risponde Ferri che prova ad affondare la lama tra le maglie difensive degli ospiti per offrire una palla a Remolini che tira alto sopra la porta.
Il S.Miniato ci riprova con uno spiovente in area che lisciano tutti di poco e la palla si perde a lato.
A metà primo tempo un Sandrè scatenato offre il primo cross per Zuffa che viene atterrato in area, l'arbitro lascia correre sul dubbio episodio, ma al 28', quando Remorini offre un appoggio rasoterra dal fondo, Zuffanelli si rifa trasformando il passaggio nel tapin vincente dell'1-0!
Passano 5 minuti e la neopunta sestese raddoppia; nuovo cross di Sandrè sul quale accorre ancora Zuffanelli lesto a colpire di testa per il 2-0!
Si va al riposo e al rientro in campo troviamo lo splendido pubblico di casa alzare al cielo un centinaio di palloncini che fanno da contorno al cuore quercetano, vero simbolo dell'impegno che tutti stanno mettendo in questo progetto!
Nella ripresa Zuffanelli ha la possibilità di triplicare ma il suo colpo di testa da cross di Petrini esce a lato di poco.
Sandrè prova la gloria personale al 12' con punzione dal limite centrale, il portiere para; due minuti dopo è Petrini a tentare l'ultimo affondo prima della sostituzione con Fabbretti, la sua conclusione lambisce il palo sinistro.
Tegola al 18' per i rossogialli, Ferri viene ammonito e salterà la prossima con il Bomber group per aver tirato e fatto gol comunque dopo il fischio per fuorigioco dell'arbitro.
Il S.Miniato rimane in 10 per una doppia ammonizione e alla mezzora il Querceto approfitta della superiorità con un assist smarcante di Ferri per Remorini che appena dentro l'area infila il portiere nell'angolino basso destro..3 a 0! Primo gol per il giovane talento sestese che al 32' lascia il posto per il rientro di Innocenti.
A 3 minuti dal termine arriva il quarto gol con cross dalla trequarti di Bencini e pasticcio tra portiere e numero 13 che deposita la palla in rete scavalcando di testa l'estremo difensore per il più classico degli autogol.
Esce in una fantastica standing ovation Zuffanelli per Castellucci.
Al 39' il San Miniato trova il gol della bandiera grazie ad un'azione solitaria del 16 che tira dai 20 metri e infila Chessa all'angolino. 4-1.
C'è tempo nel recupero per il palo di Ferri che su bella azione di contropiede dribbla anche il portiere ma conclude sul legno.
Fine partita e ancora corsa verso il maestoso pubblico che ringrazia per un'altra prestazione di livello contro un'avversaria che aveva vinto entrambe le partite con la CDP nella scorsa stagione.
Dopo l'allenamento tutti in trasferta lunedì nell'importante sfida esterna contro il Bomber Group, grande rivelazione di questo campionato e prova importantissima per il cammino degli arcieri!
VAMOS QUERCETO!!!

martedì 15 novembre 2011

Fiorenza 1989 - CDP Querceto 0-1. In vetta!

Con la quinta vittoria in sei partite il Querceto conferma il suo ottimo stato di forma e raggiunge, a seguito della sconfitta del Bomber Group, la vetta della classifica staccandosi di 3 punti dalle inseguitrici.
E' stata l'ennesimo successo di misura maturato comunque dopo una prova complessivamente soddisfacente e un primo tempo davvero da grande squadra in cui si è rivisto il rientro di un Collini tutto cuore e di una difesa eccezionale nonostante l'assenza di Innocenti, DiCarlo e Bencini (praticamente la difesa titolare dell'anno passato).
La CDP parte con Chessa, Bartoloni, Cinotti, Nocchi, Remorini, Martelli, Casaburi, Sandrè, Collini, Petrini e Ferri.
L'inizio è un assedio alla porta del Fiorenza, i trequartisti rossogialli impongono il gioco palla a terra e gli esterni penetrano sul fondo come una lama nel burro; è Ferri ad avere la prima buona occasione con un tiro dalla sinistra ad incrociare fuori di poco. Il Querceto ci riprova con un cross di Sandrè sul quale arriva Ferri a colpire centrando in pieno il palo interno, la palla arriva a Petrini che non controlla bene la conclusione e il portiere respinge.
Sono ancora gli ospiti a sfiorare la via del gol con un calcio piazzato dentro di Petrini che finisce addosso a Collini, la palla sulla via del gol viene respinta sulla riga da un difensore di casa.
Dopo l'assedio iniziale il Fiorenza prova a uscire e lo fa con un'azione dalla fascia sinistra che trova ilbero il n.14 di avvicinarsi alla porta e concludere a rete, ma Chessa attento respinge il tiro basso e sventa.
L'attacco degli arcieri riparte e trova il meritato gol al 22' quando Remorini decide di crossare dentro per l'inserimento di Petrini, la parabola dell'esterno trova la testa del trequartista ex castello che con una bella incornata scavalca il portiere e insacca sul secondo palo per lo 0-1!
L'affondo quercetano prosegue e Collini trova un tiro al volo dal limite dell'area che entra in rete all'incrocio alto sul palo alla destra del portiere, la palla però colpisce il montante interno della porta e riesce fuori e sia l'arbitro che il guardalinee, colpiti da una svista piuttosto clamorosa, ritengono che la sfera abbia colpito la traversa, quindi gol non dato e proteste accese dei tifosi!
Finisce il primo tempo e la ripresa vede l'ingresso di Fabbretti per Bartoloni e di Antimi per l'infortunato Casaburi.
Il forzing del Querceto si affievolisce ma il centrocampo capitanato da un Martelli volenteroso e da un Collini in arretramento fa molto bene filtro, mentre l'inedita difesa è eccezionale nel fermare le offensive avversarie.
E' sempre comunque la squadra sestese ad avere le occasioni più interessanti; Ferri si invola a rete dopo un  passaggio sbagliato dei padroni di casa, la sua conclusione viene respinta dal portiere per 2 volte consecutive e l'azione si spenge.
Il Fiorenza risponde con un bel tiro del n.14 che spalle alla porta si gira e conclude rasoterra liberandosi della marcatura di Nocchi, ma Chessa c'è e si sdraia a terra per bloccare il tiro.
Il Fiorenza si sbilancia e le ripartenze della CDP creano la possibilità del raddoppio, prima con Antimi bravo a liberarsi sull'esterno e poi crossare dentro per Ferri che sfiora di poco la deviazione vincente, poi con Remorini che dopo un'azione vibrante sulla fascia conclude di destro di potenza col tiro che sfiora il palo e si perde sul fondo.
Il Querceto difende il risultato e prova a fare il possesso palla nel finale, il Fiorenza è stanco e non riesce a reagire. Cambio nel recupero tra Petrini e Malavolti prima del triplice fischio che arriva solo 2 minuti dopo.
Ancora vittoria e ancora corsa sotto la curva a salutare un pubblico di 30 tifosi che, nonostante il freddo, sono venuti a incitare i loro beniamini. Mi raccomando il comportamento nei prossi match, la buona riuscita di questo progetto dipende anche da come si sta fuori dagli spalti e siamo certi che non è intenzione di nessuno mettere a rischio il lavoro fatto finora, ma questa cosa va dimostrata a chi puo' condizionare in maniera negativa il nostro cammino!
Forza ragazzi, proseguiamo fianco a fianco! VAMOS QUERCETO!

mercoledì 9 novembre 2011

CDP QUERCETO - SAN NICCOLO' 4-1. Poker di reti e di vittorie!

Il Querceto arriva a 4 vittorie in campionato così come i gol segnati al S.Niccolò in un match che si rivela da subito ostico ma all'altezza del ragazzi di Fantini che ancora una volta scendono in campo  uniti al solo obiettivo di soddisfare gli immensi tifosi arrivati a sostenere la squadra sotto una pioggia scrosciante. E' stata davvero una vittoria importante simbolo di questo connubio finora magico tra giocatori, sostenitori e CDP che rende Querceto una realtà unica nel calcio amatoriale AICS. Il S.Niccolò si è dimostrata compagine molto pericolosa specialmente in fase avanzata, ma qualche indecisione di troppo in difensa li ha condannati all'indiscutibile risultato finale.
Gli arcieri partono con Chessa, Bencini, Bartoloni, Turini, Sandrè, Baronti, Martelli, Remorini, Antimi, Petrini e Ferri.
La macchina quercetana è precisa e ben oliata col gioco a terra, anche se è il S.Niccolò a provare il primo acuto con un tiro dalla distanza fuori del talentuoso n.11, ma i rossogialli rispondono con una clamorosa occasione da gol; palla rasoterra per Ferri che in velocità riesce ad anticipare il portiere in uscita con la punta del piede, la sfera si avvicina lentamente verso la porta e il difensore salva sulla riga un gol sicuro.
L'azione d'attacco dei padroni di casa prosegue e da calcio d'angolo arriva il vantaggio; corner nell'area piccola nella quale Antimi è lesto ad anticipare tutti e a concludere a rete sul primo palo per l'1-0!
Altri 2 minuti e il raddoppio si materializza, scambio nell'asse offensiva Petrini, Remorini, Ferri; quest'ultimo anticipa ancora una volta l'estremo difensore che gli frana addosso in area, l'arbitro concede il penalty. E' sempre la punta sestese a presentarsi sul dischetto, il tiro spiazza il portiere e 2-0!
La gioia del gol viene smorzata però dal 2-1 che arriva dopo un solo minuto, da calcio d'angolo il n.11 anticipa tutti di testa e il tiro è forte e teso verso la porta dei locali, palla sotto la traversa e S.Niccolò che accorcia le distanze.
Dopo il gol gli ospiti riprendono vigore e hanno l'occasione del pareggio; passaggio arretrato sbagliato da Remorini che smarca l'attaccante in volata verso la porta, il tiro a tu per tu con Chessa è rasoterra ma il portiere allunga il piedone e respinge sventando il pericolo. Il S.Niccolò ci prova ancora con un tiro da fuori di poco a lato. Il Querceto tenta di riallungare da calcio piazzato con la punizione rasoterra di Ferri, ma stavolta il portiere è molto bravo a deviare in angolo.
Nel momento migliore dei fiorentini ecco che arriva il 3-1; ancora verticalizzazione per uno scatenato Ferri che rincorre un pallone sul quale il portiere arriva per primo senza pero' trattenere la palla, la punta ex lucciola riguadagna il possesso vincendo il rimpallo e lanciandosi a rete, nonostante il recupero del difensore è un gioco da ragazzi concludere a porta spalancata per il 3-1!
Si va al riposo e la ripresa vede in campo un Querceto più attento e ordinato. Sandrè fa da guardia al talento dell'esterno destro e il cambio Fabbretti-Antimi infoltisce il centrocampo in fase di copertura. I locali si chiudono bene e gli avversari in casacca blu sono costretti a provare la conclusione per lo più da fuori area ma quasi sempre Chessa fa buona guardia.
Passano i minuti e Fantini è costretto a togliere Bencini dal campo che risente del dolore alla sciatica, al suo posto ritorna Cinotti dopo lo stage a Lisbona.
La spinta degli ospiti si affievolisce e arriva il grande momento di rivedere in campo Samba Collini al posto di Petrini. Il suo esordio in stagione è bagnato dalla pioggia ma soprattutto dalla rete che arriva dopo due minuti dal suo ingresso, quando Marco si smarca dal difensore dopo il passaggio di Ferri al limite dell'area, arriva un rapido controllo e la conclusione di sinistro forte e imprendibile, 4-1 e gioia dei tifosi che tirano un po' il fiato dopo un risultato adesso meno in bilico.
Nel finale c'è tempo di vedere ancora Collini offrire un delizioso assist per il nuovo entrato Malavolti che libero davanti al portiere prova a segnare di destro al volo, ma il calcio non è ancora al suo capolinea e la conclusione esce a lato di un paio di metri.
Triplice fischio e corsa verso i tifosi per altri 3 punti che mantengono in vetta il Querceto, ancora una volta si è visto in questi ragazzi la voglia e la grinta per ottenere il risultato desiderato!
Ora tutti all'allenamento di giovedì e poi trasferta Lunedì prossimo col Fiorenza, altra squadra con la quale dare tutto per riconfermare quanto di bello fatto finora.
Un appunto per i tifosi, straordinari e unici nel loro genere. So che non avete lanciato volontariamente il fischione in campo e che e' rimbalzato sul pilone pero' vi chiediamo un po' piu' di attenzione, perchè se per sbaglio lo stesso pseudorazzo finiva addosso a uno di loro, oltre che fargli male, avrebbe compromesso il risultato finale e sarebbe stato motivo di multe salate che vorremmo evitare il piu' possibile tutti. Grazie per tutto quello che state facendo per questa squadra!
VAMOS QUERCETO!

mercoledì 2 novembre 2011

Pal. Good - C.D.P. Querceto 0-1. Vince ancora il gruppo!

Gli arcieri infuocano la notte delle streghe conquistando la terza vittoria del campionato col medesimo risultato dei successi precedenti, ancora una volta la squadra, dilaniata dalle assenze, ha saputo dimostrare che questo è un gruppo in cui tutti sono importanti e chi scende in campo dà sempre il cuore per i suoi compagni e per i suoi tifosi che mai come quest'anno rendono ogni partita uno spettacolo inegualiabile. Aldilà del risultato il gioco in campo è stato abbastanza convincente e dopo qualche tentativo è stata premiata la determinazione dei ragazzi che sono riusciti a trovare la via della rete nell'ultima parte di gara.
Il Querceto parte con Massimiliani, Bencini, Malavolti, Nocchi, Remorini, Casaburi, DiCarlo, Fabbretti, Petrini, Antimi e Ferri.
Dpo solo un minuto dall'inizio la C.D.P. sfiora il gol; palla a DiCarlo sulla trequarti che avanza e tira di destro una palla bassa e insidiosa, la conclusione sfiora il palo alla destra del portiere e va sul fondo.
I locali rispondono al 10' con una conclusione dal limite dell'area che sfiora la traversa sopra un Massimiliani attento.
Il Querceto prova dunque a mettere palla a terra favorendo il gioco che più gli si addice, è una bella e fitta rete di passaggi a portare in profondità Antimi che dentro l'area conclude a incrociare di prima, il trequartista chiude troppo il tiro e la palla si perde sul fondo.
Il Pal.Good prova a reagire con tiri dalla distanza ma non riesce a penetrare grazie anche all'inedita difesa rossogialla che fa buona guardia mentre il centrocampo fa ripartire bene l'azione; Ferri viene fermato in dubbio fuorigioco mentre era lanciato a rete. Nel finale gli ospiti tentano il vantaggio con i cross dalla destra e dai corner di un bravo Remorini ma la retroguardia di casa riesce a sventare in qualche modo.
Nella ripresa il gioco si fa più frammentario e gli arcieri non riescono a far prevalere la loro qualità palla a terra, gli avversari vanno vicini al gol con un passaggio nell'area piccola per l'esterno destro che (probabilmente da posizione irregolare) conclude sul secondo palo a portiere battuto, il tiro sfiora il legno ed esce.
La C.D.P. ritrova la sua spinta e sfiora il vantaggio con un calcio d'angolo sul quale interviene DiCarlo, la sua conclusione viene contrastata all'ultimo dal difensore che nega la gioia del gol al centrocampista sestese.
Ci si avvia verso la seconda parte della ripresa quando l'impegno del gruppo si tramuta in esultanza; palla di DiCarlo a Petrini sulla trequarti che riesce a trovare un po' di spazio, il trequartista avanza e conclude di destro forte sul primo palo, la palla schizza davanti al portiere che se la vede passare sotto il braccio per la rete dello 0-1 quercetano! Boato del pubblico e vantaggio cercato con determinazione!
Fantini corre a chiudersi togliendo Antimi e inserendo un più difensivo Turini a chiudere la fascia destra, Remorini avanza all'altezza della trequarti.
Il Querceto equilibra le posizioni e gli avversari fanno fatica a reagire, ci provano nel finale con due conclusioni da fuori area che portano Massimiliani a bloccare in sicurezza.
C'è tempo nel finale per una doppia espulsione ai danni di DiCarlo e il 25 del Pal.Good. che si prendono un po' dopo che quest'ultimo commette fallo sul centrale quercetano.
Triplice fischio e ancora tutti in corsa verso gli splendidi tifosi che per tutta la partita hanno sostenuto la squadra con i cori e con un tifo fantastico. Si narra che i festeggiamenti sono durati per tutta la notte!
Allenamento giovedì in vista della partita casalinga col S.Niccolo', tutti uniti! tutti con lo stesso obiettivo!

VAMOS QUERCETO!!!

martedì 25 ottobre 2011

C.D.P. QUERCETO - C.D.P. PONTASSIEVE 2-2. Cardiopareggio!

In un Caruso gremito di un pubblico da brividi, il Querceto ottiene il primo pareggio stagionale contro un Pontassieve nuovo nella massima serie che si dimostra squadra di buon livello e degna dell'attuale classifica.
Gli arcieri hanno dato però l'ennesima prova di cuore.
Viste le assenze che sono maturate prima e durante la partita e visto anche il susseguirsi degli episodi in cui i locali sono andati sotto due volte e sono rimasti in 10 subito dopo il 2 a 1 del Pontassieve, l'impegno e la forza di volontà sono durate per tutta la gara e anche in inferiorità il Querceto ha provato comunque a giocarsela anche per i 3 punti.
La formazione titolare vede la defezione all'ultimo di DiCarlo, squalificato nella partita col Vieusseux in circostanze ancora da chiarire, e dunque partono in campo Chessa, Bencini, Bartoloni, Cinotti, Sandrè, Casaburi, Martelli, Baronti, Remorini, Petrini e Ferri.
E' un inizio un po' incerto per i padroni di casa che tentano di sfruttare il gioco palla a terra per favorire la rapidità del reparto offensivo senza affrontare fisicamente un avversario più strutturato, ma manca la fluidità utile al gioco quercetano e il Pontassieve si fa forte delle rimesse lunghe a favore dei bravi attaccanti.
E' il 12esimo quando gli ospiti passano, lancio lungo che scavalca di poco Cinotti, la punta è lesta a portarsi la palla sul sinistro calciando a rete e trovando la leggera deviazione sempre del lungo difensore sestese, il tiro sporcato inganna Chessa che tenta vanamente di arrivare ma la sfera lo supera ed entra all'angolino basso alla sua sinistra. 0-1!
Una volta in vantaggio il Pontassieve si chiude un po' e per la C.D.P. c'è più opportunità di manovrare meglio sopra la linea mediana. Ferri ha l'occasione di pareggiare su un'indecisione difensiva che favorisce la sua conclusione a scavalcare dal limite dell'area, il portiere però si dimostra strepitoso deviando con un colpo di reni in angolo. Il corner successivo comporta un altro brivido e dopo una mischia in area il difensore libera sulla linea di porta.
Fantini decide di spostare Casaburi sulla trequarti e Remorini in fascia e il cambio dà subito i risultati desiderati. I rosso gialli, favoriti da una bella azione sulla sinistra offrono un cross all'altezza del dischetto per l'accorrente Remorini che anticipa il suo diretto avversario con un colpo di tacco che va a infilarsi sul secondo palo per l'incredibile e spettacolare pareggio. 1-1! Esultanza del pubblico splendida che rende coraggio ai giocatori in campo; l'azione successiva è generata da uno splendido assist rasoterra di Casaburi che smarca Ferri solo davanti al portiere, ma il guardalinee sbandiera un dubbio fuorigioco e l'azione termina così come la prima parte di gara.
La ripresa inizia con la fantastica coreografia dagli spalti che riportiamo in foto e con l'ingresso di Fabbretti a sostituire Remorini che si ferma per un indolorimento muscolare alla coscia; il Pontassieve prende un po' di campo e il Querceto trova difficoltà a ripartire, gli ospiti ci provano con 2 tiri, uno dal lato sinistro dell'area ad incrociare con la palla che colpisce il palo e l'altro centrale da fuori area con Chessa che blocca, ma il portierone non può nulla sulla bella punizione del centrocampista avversario che fa partire dalla distanza una parabola sul secondo palo che si va ad infilare sotto la traversa per l'1-2!
Il Querceto perde un po' la bussola e rimane in 10 per l'espulsione di Sandre' reo di applaudire l'arbitro per una discussa decisione che gli vale il secondo giallo e l'allontanamento dal campo; gli ospiti provano ad approfittarsene e falliscono un clamoroso gol ancora da calcio piazzato con un cross dentro che il centrocampista schiaccia di testa verso la porta, la palla esce di poco.
Ma il pubblico non ci sta e i cori dei sostenitori si levano alti nel cielo, la squadra riprende coraggio e trova il pareggio grazie a una punizione dalla destra di Fabbretti che il centrocampista mette in area, tutti mancano tranne Ferri abile a stoppare il cross e a piazzare la palla sul secondo palo dove l'estremo difensore non puo' arrivare; nuovo pareggio! 2-2!
Sulle ali dell'entusiasmo i rossogialli provano il sorpasso con una punizione splendida di Baronti che calcia all'incrocio, ma altrettanto splendida è la parata di un ottimo portiere che leva la palla dal sette e devia in angolo.
Ci si avvia verso la fine e stavolta è Chessa a ricevere l'applauso dei tifosi grazie ad un tuffo a togliere la sfera dall'angolino alto dopo un tiro del punizionista del Pontassieve che per la seconda volta insidia la porta quercetana da calcio da fermo.
Triplice fischio e applausi a tutti, ai giocatori di entrambi le compagini e ad un pubblico che ci rende ad ogni partita orgogliosi di far parte di questa realtà.
Pareggio più che giusto viste le occasioni da una parte e dall'altra, qualche rammarico per le ancora troppe assenze e per un'espulsione evitabile, nonostante l'inferiorità numerica il Querceto non ha mai giocato per difendere il pareggio e questo è un bel segnale di fiducia.
Allenamento giovedì e poi trasferta al Galluzzo contro il Pal. Good lunedì prossimo in una sfida che rimane tra squadre di vertice, contiamo sempre sui nostri ragazzi e sul loro tifo, siete la forza in più di questa squadra!
VAMOS QUERCETO!

mercoledì 19 ottobre 2011

Vieusseux - CDP Querceto 0-1- Crediamoci, crediamoci sempre!

Il Querceto esce vittorioso dalla prima trasferta stagionale in quel di Vieusseux, in un Romagnoli accompagnato dai tifosi rossogialli accorsi in massa a seguire calorosamente i propri beniamini! E' una vittoria importante, collettiva, nata a seguito di un impegno complessivo lodevole e nonostante le pesantissime assenze chi è entrato in campo l'ha fatto consapevole della grandezza di questo gruppo. E' stato un risultato agguantato con le unghie e con i denti, ma le occasioni da rete non sono mancate, in attesa del ritorno degli attaccanti (assenti praticamente tutte gli offensivi puri) i tre punti sono stati riportati a casa!
La CDP parte con Chessa, Bencini, Dicarlo, Turini, Fabbretti, Martelli, Baronti, Remolini, Petrini, Antimi e Bartoloni in posizione inedita di attaccante.
Sono gli arcieri a prendere possesso del gioco dopo un inizio un po' concitato di entrambi le compagini, e le azioni si perdono spesso sugli argini del centrocampo.
La prima azione ghiotta per il Querceto arriva sulla testa di Bartoloni, che stacca per colpire a rete un cross delizioso dal fondo di uno scatenato Remolini, il tiro è forte ma si perde alto sopra la traversa di poco.
Passa un minuto e Antimi si libera in un fazzoletto al limite dell'area, calcia di destro alto.
Il tempo scorre e arriva al 24' l'azione più golosa per i quercetani, lancio lungo per Bartoloni, i due difensori non chiudono e la palla finisce sui piedi dell'ex viola che si lancia a rete, prova a calciare ma il portiere in uscita para la palla che rimbalza sulla faccia del difensore e si perde sul fondo.
Il Vieusseux prova a scrollarsi di dosso il torpore e tenta di arrivare in porta con il lancio lungo, in un'occasione la parabola favorisce l'attaccante di casa ma Chessa in uscita è attento e lo anticipa.
Termina il primo tempo e la ripresa vede entrare bomber Cinotti al posto dell'infortunato Turini.
Gli arcieri provano ad affondare ma perdono di lucidità, il gioco non è fluido come nel primo tempo e il Vieusseux cerca di approfittarsene nonostante la difesa rossogialla dimostri il suo inestimabile valore; arriva per i locali l'azione piu' importante con l'esterno che dalla fascia offre una palla rasoterra per Rosales che calcia rasoterra da posizione ravvicinata, Chessa è bravo a respingere di piede.
E' ancora il Vieusseux a tentare la via del gol con un calcio piazzato da lontano ma il portiere quercetano blocca la conclusione senza problemi.
Esce un Petrini non in giornata e si rivede in campo il convalescente Pinzani.
I minuti passano e la partita cala di vigore, il pubblico però continua a sostenere la squadra e il tifo tiene alta la determinazione che servirà al risultato voluto. Arriva il 25' quando Fabbretti sta per essere sostituito da Gigli che preferisce aspettare il cambio con Casaburi in vista di un fallo laterale in fase d'attacco che puo' essere ben sfruttato dalla potente rimessa dell'esterno. L'azione non è sfruttata nell'immediato ma il gioco prosegue e proprio Fabbretti guadagna possesso al centrocampo, avanza palla al piede e da 40 metri dalla porta fa partire il suo destro micidiale che scavalca il portiere leggeremente fuori dai pali e si va ad infilare sotto la traversa,  proprio come una freccia va a cadere in picchiata dove il migliore degli arcieri desidera!
0-1!
E' un delirio, 10 minuti al termine e querceto in vantaggio.
La squadra si chiude e parte il cambio precedentemente voluto da Gigli.
Il Vieusseux cerca il pareggio e ci va vicino con una conclusione da fuori area che Chessa devia in tuffo in angolo.
L'arrembaggio finale del Vieusseux determina un ultimo calcio piazzato dal limite sinistro dell'area quercetana, ma il cross dentro sul quale accorre anche il portiere, viene sventato dalla difesa e spazzato via per il triplice fischio finale, nonostante l'equilibrio della gara il terzo pareggio nel recupero contro questa squadra sarebbe stato davvero demoralizzante!
Gioia e corsa classica verso il pubblico per questo nuovo importantissimo risultato che ci deve dare ancora più motivazione in vista della prossima sfida casalinga contro la neopromossa CDP Pontassieve, capace al suo esordio in massima serie di battere niente di meno che il Rione S.Frediano.
Giovedì allenamento al quale non si puo' mancare! Il Querceto c'è!
CREDIAMOCI SEMPRE!

mercoledì 12 ottobre 2011

Le pagelle di Collo Ziliani!



Rubrica inedita richiesta da molti quella delle pagelle. Questa settimana, la prestazione contro il S.Quirico, ha come giuria Samba-Collini: ecco a voi i voti del match:

CHESSA: 7 - sicuro nlle uscite crea panico soltanto sul rinvio del loro portiere. BENVENUTO!!!




BENCINI:7,5- mette a disposizione della giovane squadra esperienza e sicurezza, guidando in maniera esemplare una difesa praticamente perfetta. BALUARDO!!!



DI CARLO:7- sempre concentrato , cerca semre l'anticipo e quando non lo trova fa capire chi comanda. INSUPERABILE!



CINOTTI: 8- mezzo punto in più per aver siglato la rete di rapina da vero bomber. Dietro sempre sicuro e attento, non regala niente all'avversario. BRAVO!!!



REMOLINI: 7- il ragazzo della cantera si dimostra subito all'altezza, per niente intimorito dall'esordio..offre buoni spunti tecnici e molta corsa. SAETTA!!



MARTELLI: 7- regge il centrocampo in maniera esemplare, lotta su tutti i palloni giocando sempre facile. MASTINO!!!



BARONTI: 7.5- a nostro avviso uno dei migliori in campo, dopo 10 anni di inattività si presenta con una prstazione da incorniciare, rgalando spunti da giocatore vero. SUPERLATIVO



SANDRE:7- prende subito un calcione alla caviglia che condiziona un pò la partita. Cmq mostra tanta voglia e tanto coraggio e sulla cora è devastante. PENDOLINO!!!



ANTIMI:6- ancora lontano dalla frma migliora gioca un primo tempo di ordinaria amministrazione. CI aspettiamo di più.



PETRINI: 6,5- tanta voglia di far bene, sempre grintoso e con un cuore grande unisce ad una buona tecinica anche tanta corsa. sempre disposto a sacrificarsi per i compagni. GENEROSO!!!



LIPUMA: 6- la sua presenza in campo significa grande attaccamneto alla maglia.il dolore al ginocchio condiziona la sua prestazione, ma la sua presenza è un segnale molto importante per tutti. SENATORE!!!



FABBRETTI: 6,5- entra nella ripresa e si aggiunge alla coppia di centrocampisti contribuendo a fortificare la diga. GUARDINGO!!!



INNOCENTI: 6,5- si batte con il cuore di un vero quercetano andando a ricoprire un ruole che non è prorPio il suo, dimostrando grande amore per la maglia. cerca il goal in un paio di occasioni. UNICO!!!



TURINI:6,5- entra subito nel vivo del gioco e fa cvapire agli avversari che siamo sempre amatori. o palla o piede. GRINTOSO!!!



mr fantini: 7.5- mette in campo una formazione piena di nuovi acquisti, dando fiducia ai nuovi arrivi. Cambia al momento giusto e capisce che per vincere Malavolti non deve giocare. INTELLIGENTE!!!



PUBBLICO: 10- la forza di questa squadra, 100 persone a sostenere un gruppo fantastico. striscioni, bandiere, fumogeni...SOLTANTO NOI... VAMOS QUERCETO

martedì 11 ottobre 2011

CDP QUERCETO - POL.SAN QUIRICO 1-0. L'inizio che volevamo!!!

Si dice sempre che la partita iniziale di un campionato sia solo un buon proposito per il futuro, che il risultato della prima giornata corrisponda sempre e comunque a soli 3 punti in palio come in tutte le altre sfide e che ciò che conta è come si arrivi al traguardo; questo è poco discutibile, ma la partenza del Querceto ha un significato diverso per tanti motivi.
Il primo è che si partiva subito con una squadra di grande livello, la finalista dei playoff della scorsa stagione nonchè seconda nel girone dietro il S.Frediano; il secondo è che agli occhi di un pubblico così caloroso e così coreografico era un dovere, per i ragazzi scesi in campo, quello di dare tutto, di dimostrare quantomeno il valore di questa squadra aldilà del risultato; infine era importante confermare ciò che si è visto nel precampionato, nonostante le assenze, le amichevoli non potevano restare un fenomeno isolato.
Considerando tutto questo si è potuto raggiungere la vittoria, una vittoria che è merito dell'impegno e la determinazione di chi è sceso in campo sapendo che quest'anno ogni partita va giocata per fare risultato, un grande plauso va a coloro che hanno gonfiato ancora una volta l'orgoglio quercetano in campo e sugli spalti!
Ma veniamo alla cronaca della partita.
La CDP parte tra i fumogeni con Chessa, Bencini, DiCarlo, Cinotti, Sandrè, Martelli, Baronti, Remolini, Petrini, Antimi e Lipuma.
La partenza degli arcieri è da grande squadra, i nuovi ingressi Martelli e Baronti, schierati a centrocampo, prendono possesso del gioco e le fasce sono di competenza di Sandrè e Remolini, bravi nel chiudere e far ripartire il gioco. La difesa è invece ben consolidata, e il portiere Chessa è un acquisto che ha rafforzato la fiducia nel reparto.
La prima azione è quercetana, palla in fascia destra dove Remolini è bravo a crossare dentro, Lipuma si inserisce ma il difensore sventa; il S.Quirico prova a rispondere con una manovra ben organizzata ma Bencini e DiCarlo fanno buona guardia e chiudono.
Al 13' il Querceto guadagna un angolo, Petrini crossa in area e per ben 4 volte gli ospiti sono costretti a rimettere la palla sul fondo per un nuovo corner, il portiere è costretto anche agli straordinari con un tiro da fuori deviato che lo costringe al tuffo. Al quinto tentativo dalla bandierina la CDP passa: ennesima palla dentro di Petrini che trova la testa di Cinotti contrastato dal marcatore, il difensore sestese si ritrova la palla sui piedi per il tiro a rete, la sua conclusione di destro è sporca e finisce nell'angolino basso vicino al palo. GOL e 1-0!!!
Esplode il Caruso e Querceto in vantaggio.
L'entusiasmo dei padroni di casa è alle stelle e il S.Quirico prova a reagire, ci prova con una punizione al limite calciata centralmente e ben bloccata da Chessa.
Il Querceto però gioca bene e crea un'azione magistrale, scambio Baronti, Petrini e palla in fasca a Remolini; l'esterno salta l'uomo e crossa dentro dove arriva Antimi a calciare al volo, la conclusione finisce alta di poco.
Prosegue l'attacco sestese ma il SQuirico ha l'opportunità di pareggiare, cross in area che porta al tiro il centrocampista, la conclusione è sbilenca ma favorisce l'attaccante solo davanti a Chessa, il portiere esce e tocca con l'interno del piede il tiro della punta; ottima parata e pericolo sventato!
La CDP ci riprova con una palla dentro per Petrini che stoppa e prova la rovesciata, il tiro si perde sul fondo.
Si va al riposo col vantaggio.
La ripresa inizia col S.Quirico più determinato a trovare il gol, l'azione degli avversari è molto concitata e mette in difficoltà un Querceto che comincia ad avvertire un po' di stanchezza. Il ritmo imposto dagli avverari si rivela però in certi casi un boomerang perchè l'eccessiva foga porta poi alla confusione in fase d'attacco e molte occasioni si perdono grazie anche all'attenzione di una difesa muro!
Gli ospiti ci provano con un tiro da fuori che Chessa blocca e il Querceto prova a inserirsi tra le maglie della difesa avversaria che però resta alta e mette spesso in fuorigioco LiPuma e Petrini.
C'è bisogno di cambi e Fantini toglie Antimi e inserisce Fabbretti per dare più copertura al centrocampo, la sostituzione fa chiudere ancora più a riccio i locali e trovare gli spazi diventa ancora più difficoltoso.
I  minuti passano e LiPuma avverte dolore al ginocchio, al suo posto entra Innocenti al rientro dopo un infortunio al tallone, il suo ingresso è utile per tenere alta la squadra e per fare a spallate con la difesa avversaria. Anche Turini diventa un potenziale offensivo quando mister Fanta gli ordina di entrare al posto di Petrini e fermare qualsiasi cosa passi il centrocampo.
Nel finale il S.Quirico prova il "tutti su!" e per un soffio non trova paradossalmente il pareggio grazie al rinvio del portiere, la palla rimbalza davanti a Chessa che si vede quasi scavalcare, il portiere si tuffa e toglie la sfera dal sette facendo correre un brivido lungo tutta la schiena di giocatori e tifosi quercetani.
L'attacco finale viene sventato con ogni mezzo disponibile e l'arbitro decreta la fine delle ostilità col triplice fischio! Vittoria e tutti sotto le tribune a ringraziare un tifo che ha sostenuto con un sano calore la squadra per tutta la partita!
E' l'inizio che volevamo, è l'inizio che ci deve far capire cosa vogliamo!
Giovedì allenamento e martedì prossimo prima esterna col Vieusseux; con la testa dobbiamo essere già là.
VAMOS QUERCETO!

lunedì 10 ottobre 2011

Il cammino quercetano 2011/2012

Stasera ha inizio il nostro cammino, un cammino che ci vedrà impegnati in molte gare difficili, nelle quali ci vorrà tutto l'impegno e il cuore Quercetano! Mettiamocela tutta e leviamoci le nostre soddisfazioni!
Stasera si inizia!!!!

martedì 27 settembre 2011

Ultima amichevole, il Querceto c'è!

E' stata una riconferma di quanto visto contro il Barberino per la squadra quercetana, l'ultima sfida precampionato contro il Comeana ha nuovamente dato risvolti positivi in vista dell'inizio di stagione; l'avversaria era di tutto rispetto, un nome importante nella compagine UISP di Prato, ma ha dovuto capitolare difronte alla buona forma fisica e ai nuovi innesti rossogialli che si sono distinti per la buona capacità di scambio e per una positiva quadratura anche in fase difensiva; nonostante ciò è lodevole anche la prestazione in attacco con i tre gol che hanno dato la vittoria ai sestesi.
Nel primo tempo parte bene il Comeana con un paio di azioni offensive che vengono sventate dalla difesa, ma dopo pochi minuti Bartoloni è costretto ad uscire per un problema alla caviglia, al suo posto entra Malavolti.
Il Querceto prende consapevolezza dei suoi mezzi e al 15' passa, bell'azione di smarcamento di Lipuma che tira a rete davanti al portiere, la palla si stampa sulla traversa e sempre Lipuma è pronto ad appoggiare di testa a porta vuota da pochi passi. 1-0!
Passano i minuti e il Comeana si rende conto di non avere davanti un avversario facile, la certezza arriva col raddoppio della CDP che avviene sull'asse di scambio Lipuma-Petrini, quest'ultimo va a concludere la bella azione con un gran tiro che il portiere può solo deviare senza risultati concreti, la palla finisce sotto la traversa, 2-0!
Nel secondo tempo arrivano i cambi rossogialli e il Comeana prova a riagguantare il pareggio, ma Chessa è lesto in un paio di occasioni a parare e respingere con una gran prontezza di riflessi.
Nel finale di gara c'è tempo anche per il 3-0 che arriva su un'azione dei subentrati dalla panchina; da calcio di punizione Fabbretti smarca Bassi che davanti al portiere in uscita appoggia nel mezzo per Torcini solo davanti alla porta, per il Suazo quercetano è un gioco da ragazzi concludere in gol.
Fischio finale e risultato ineccepibile, in  attesa della partenza non si poteva sperare in prestazione migliore: se questa squadra prende possesso delle proprie capacità può davvero fare molto bene.
Giovedì allenamento e settimana nuova altre due sedute in attesa della prima partita ufficiale che comunicheremo a breve.
Forza Querceto! L'inizio è vicino!

giovedì 22 settembre 2011

Amichevole 2... buona prova

Sicuramente una netta sensazione di positività nasce dalla prova del Querceto nell'amichevole in trasferta a Barberino. Gli avversari dei sestesi, sono una squadra che a mio parere farà bene nella FIGC e ha dimostrato di essere piu' avanti in preparazione rispetto agli arcieri; questi ultimi arrivano rimaneggiati ad una partita che, seppur non ufficiale, è stata giocata con la concentrazione e la grinta degne di un match importante di campionato e alla fine i ragazzi di Fantini sono usciti vittoriosi.
Il primo tempo ha visto più attivo il Barberino che in due occasioni ha tentato il vantaggio prima con una palla in profondità calciata esternamente dall'attaccante e poi con un tiro da dentro l'area del n.9 che liberandosi di Cinotti spara fuori. Ma sono i quercetani a passare in vantaggio, con una bella azione partita dalla difesa che vede Sandrè andare a crossare nel mezzo per Lipuma che stoppa e tira sotto la traversa per l'1-0. I locali non ci mettono molto a pareggiare, dopo soli 2 minuti una punizione al limite viene trasformata in rete dal bravo centrocampista di casa.
Finisce il primo tempo e la ripresa vede un querceto sempre vigile  ma piu' pronto a ripartire e su una delle azioni di fascia più frequenti del match arriva il secondo gol rossogiallo con un'azione fotocopia della prima rete: palla a Sandrè (forse il piu' pronto fisicamente dei suoi) sulla fascia sinistra, l'esterno si libera di un avversario e offre un cross rasoterra al centro per Lipuma che, dopo un paio di occasioni mancate, centra il bersaglio per la seconda volta, CDP avanti 2-1.
Fine match,  e meritato tortello per gli atleti che vanno a rifocillarsi dopo un incontro sicuramente impegnativo e che arrivava dopo un allenamento piuttosto intenso (ricordiamo la vomitata di Malavolti!).
Stasera nuova seduta esterna di allenamento e lunedì di nuovo al Caruso per l'amichevole contro il Comeana. Avanti così!

venerdì 16 settembre 2011

Prima amichevole quercetana

Il querceto, nella sua prima amichevole dell'anno, parte con una sconfitta per 2-1 contro il Sesto2010, una squadra di terza categoria FIGC. La partita ovviamente era solo un allenamento e non si può certo valutare i singoli giocatori e la squadra a seguito di 3 soli allenamenti effettuati. Nonostante ciò mister Fantini ha avuto la possibilità di visionare i nuovi arrivati che comunque hanno mostrato le loro capacità e si confermano dei rinforzi importanti per la stagione alle porte. Raccontando la cornaca della partita c'è da segnalare un primo tempo molto acerbo dei quercetani che subiscono gol a seguito di un errore di Malavolti che offre palla all'avversario per concludere a rete; nel secondo tempo entrano diversi veterani e la squadra trova piu' intesa fallendo diversi gol e pareggiando con Sandrè con un bel tiro da fuori area che si insacca vicino al palo alla destra del portiere. Il querceto prova a fare risultato ma gli avversari raddoppiano con una conclusione da fuori area sulla quale Chessa non arriva. 80 minuti comunque dove si e' retto il campo con positività e dove si è creato anche a tratti un buon gioco. In attesa dei prossimi allenamenti e le 2 amichevoli si puo' comunque dire che, nonostante la sconfitta, il gruppo c'è e sembra pronto.. ma è presto per queste cose, la preparazione è ancora lunga.

venerdì 9 settembre 2011

Iniziata la preparazione: al via la nuova stagione.

E' iniziata ufficialmente martedì 6 settembe la stagione del Querceto Calcio che come ogni anno ha rinnovato la folta rosa di nuovi innesti come il calciomercato aveva già preannunciato mantenendo salda la colonna vertebrale della squadra con gli ormai confermati nomi storici.
I primi due allenamenti hanno visto ovviamente come protagonista la corsetta per riprendere atleticità e un briciolo di condizione, ma la strada verso l'inizio della stagione è ancora lungo.
Gli allenamenti proseguiranno domani durante il ritiro di Torrile dove gli arcieri effettueranno una seduta esterna in un campo in erba davvero invitante.
Durante la prossima settimana saranno tre le giornate di preparazione e si raccomanda a tutti il massimo impegno.
La notizia mercato della settimana è l'addio di Angileri che probabilmente ha già pronto il suo sostituto.
In attesa ricordo gli appuntamenti delle due amichevoli previste: la prima mercoledì 21 settembre a Barberino, inizio match ore 20 - la seconda lunedì 26 settembre in casa contro il Comeana, inizio match ore 20:30.
Rimandata invece la cena di stasera per il nuovo nascituro in casa Querceto a cui vanno i nostri auguri.
In attesa dei prossimi appuntamenti buona preparazione e buon ritiro a tutti!

mercoledì 10 agosto 2011

Ritiro 2011 - il querceto va a Torrile



Il Querceto Calcio è pronto per il ritiro che si svolgera' nel weekend del 10-11 settembre 2011.



Quest'anno la cittadina scelta per i rossogialli è Torrile, un piccolo comune nella provincia di Parma. Ancora da stabilire il programma delle due giornate ma si prega i giocatori di cominciare a dare conferma per quella data in modo da capire per quante persone si deve prenotare, diciamo che per la festa della birra vorremmo già avere il numero preciso dei partecipanti.



In attesa buone ferie a tutti e ci vediamo per la festa della birra!

lunedì 18 luglio 2011

Caruso. In arrivo il nuovo manto!



Sono al via i lavori per il rifacimento del manto di giuoco del Caruso, storico campo del Querceto più comunemente conosciuto come sussidiario di Sesto Fiorentino.



Le opere avranno inizio il 24 luglio e si prevede il termine delle stesse in data 20 agosto salvo imprevisti; sembra comunque certo il termine dei lavori entro l'inizio della preparazione dei primi di settembre.



Un saluto dunque al duro terreno sestese che tanto ha fatto dannare gli atleti e un benvenuto alla nuova costruzione con la speranza che sia di ultima generazione e favorisca il bel gioco dei quercetani nella prossima stagione!

venerdì 17 giugno 2011

Partita QUERCETO CALCIATORI - QUERCETO TIFOSI



In occasione della partita del Querceto tra giocatori e tifosi che si terrà in data Giovedì 23/06/2011 alle ore 20:30 sarà presentato il nuovo sponsor della squadra e verrà dato l'addio all'ormai impraticabile campo del Caruso, con l'augurio di poterlo rivedere a settembre in condizioni migliori di quelle attuali.

Mercato estivo - primi colpi in arrivo, addio Poppa?!



Con l'avvento dell'estate ecco che si apre lo scenario ideale per il mercato di stagione, il Querceto è in prima fila per la ricerca di nuovi talenti da inserire in rosa per affrontare la prossima annata al massimo e ottenere migliori risultati del quinto posto (quarto considerata la squalifica del Montefiridolfi) raggiunto nel 2011.



In prima fila tra i desideratissimi spunta l'idea del centrale difensivo viola Bartoloni, la Fiorentina è pronta a cedere ma a condizioni salate; sarebbe in effetti pronto lo scambio con Leonardo Muccio...



"el Poppa" infatti, dopo la rete a fine campionato, ha scatenato i malumori di Collini, restato a secco per tutta la stagione e pronto alla partenza qualora il suo rivale dovesse essere riconfermato! Lunedì mattina è previsto un incontro tra Luciano Bartolini e Andrea Della Valle per concludere positivamente la trattativa, anche se il patron viola resta ancora scettico sulla possibilità di sostituire il Gila con l'ultimo bomber quercetano.



Nel frattempo sembra giunto a buon fine il trasferimento di Martelli direttamente da Camporella, per il giovane è pronto un triennale di pizze e servizi al circolo.



Viene invece promosso in prima squadra direttamente dal vivaio Remolini, stimolato a far bene dai suoi compagni, provenienti tutti dalla cantera quercetana e già ben inseriti nel contesto di prima squadra.



Spunta tra le altre idee anche un nuovo acquisto in attacco; il club sestese ha infatti puntato gli occhi su Ferri, bomber della Lucciola ad oggi sul mercato, il rinnovamento in fase offensiva puo' essere stimolante per i già presenti, reduci da un buon campionato con diverse reti!



Sembra invece in alto mare l'arrivo di un nuovo portiere vista la riconferma in extremis di Paolo Angileri, le voci che parlavano di un arrivo direttamente dalla Reggina rischiano di dissolversi a breve in una bolla di sapone.



Il mercato resta comunque aperto fino ai primi di settembre ma non si escludono bombe dell'ultimo momento, ancora non ci sono stati annunci certi ma girano voci, nei corridoi di via Napoli, sull'arrivo di un Mister Y (il mister X è già del milan...).



Tutto è ancora da vedere, restiamo in attesa dei risvolti per capire come e con chi gli arcieri vorranno infoltire il gruppo del futuro.



Buon Lavoro dirigenza!

mercoledì 25 maggio 2011

CDP QUERCETO - FIORENZA 1989 3-0. Impossible is nothing.



Il campionato finisce e con lui finisce il calcio giocato, quello sport in cui si pensa di aver visto tutto e di più e che invece ha sempre una "bomba" innescata pronta ad esplodere quando meno te l'aspetti. Sicuramente quella di lunedì sera al Caruso è arrivata nel momento più bello, quando sugli spalti gremiti i tifosi cantavano e urlavano a sostegno della propria squadra, e soprattutto inneggiavano all'ingresso di un uomo che per questo gruppo ha fatto tanto; tra i tanti cori che si sono sentiti in questa splendida serata uno si è elevato al cielo più degli altri, facendo tremare le tribune del Caruso come se fossimo in uno stadio di serie A pieno di non tesserati! un momento magico che sembrava inegualiabile, ma che invece è stato superato pochi minuti dopo da un evento più unico che raro... Ma andiamo per ordine.



Il Querceto pieno di squalificati parte in campo con Angileri, Innocenti, Turini, Malavolti, Fabbretti, Nocchi, Casaburi, Gigli, Petrini, Torcini e Antimi.



E' la squadra di casa a prendere l'iniziativa con l'apporto del pubblico e Antimi ha l'opportunità di calciare a rete dalla parte destra dell'area su passaggio dalla fascia di Gigli, il tiro colpisce l'esterno della rete. Subito dopo Petrini si fa notare per un doppio tunnel e un tiro a girare di destro che esce alto sopra la traversa.



Dopo 15 minuti gli arcieri passano; il difensore del Fiorenza sbaglia il passaggio per il proprio compagno di reparto e Antimi è lesto ad anticipare e colpire di destro rasoterra all'altezza del dischetto per il vantaggio: 1-0!



Gli ospiti però hanno l'occasione di pareggiare solo 4 minuti dopo a seguito di un atterramento dubbio di Angileri su un avversario all'interno dell'area dopo un cross da calcio d'angolo: si presenta sul dischetto il numero 10 che spiazza il portiere quercetano ma colpisce in pieno il palo, la palla si allontana dalla porta, Malavolti spazza e il tifo si carica!



Continua un primo tempo un po' blando viste le poche motivazioni e il caldo; Casaburi ci prova con un destro dalla distanza facilmente bloccato dal portiere.



La prima fase termina e si rimane in panchina a rifocillarsi e rinfrescarsi mentre il pubblico comincia a chiamare a gran voce il proprio Beniamino.



Inizia la ripresa e con lei i cambi da passerella, il primo è Gigli-Cinotti.



E' sempre la squadra di casa ad avere il pallino del gioco con un bel passaggio in profondità di Petrini per Casaburi che davanti al portiere tenta lo scavetto che finisce di poco a lato.



Il Querceto insiste e su un tiro forte di Nocchi il portiere para miracolosamente, ma sulla respinta è ancora Antimi a siglare il raddoppio da buona posizione.



A risultato acquisito i tifosi non ce la fanno più e quello che poteva sembrare un appello rivolto a mister Fantini diventa una vera e propria richiesta inviata a furor di popolo che l'allenatore non può più ignorare...



Così, al 22' del secondo tempo fa il suo ingresso in campo il protagonista della serata che entra assieme a Grassi per prendere i posti di Antimi e Torcini in attacco e non appena mette piede sul rettangolo di gioco parte un coro simbolo di tutta Querceto:






POPPA MERDA ALE' ALE' ALEE' ALE' ALE' ALEE' ALE' ALE' ALEE' - POPPA MERDA ALE' ALE' ALEE' ALE' ALE' ALEE' ALE' ALE' ALEE'






Una bella soddisfazione vedere in campo il grande Leonardo Muccio detto Poppa che alla sua seconda presenza nella stagione dimostra attaccamento alla maglia e allo spogliatoio tutto. I sostenitori sono festanti ma come è risaputo il popolo ha fame di spettacolo, e dalla volontà della sua presenza in campo si passa a una richiesta esosa che sembra più un sogno...






E FACCI UN GOL EH EH E FACCI UN GOL EH EH E POPPA MERDA FACCI UN GOL!






Insomma, robe che si vedono solo nei film, senza poi considerare che in questa annata neppure Collini e Dicarlo, soliti alla rete nelle stagioni precedenti, sono andati a segno.






Ma ciò che può sembrare impossibile questo splendido sport lo rende realizzabile, e quando al 28' Angileri lancia la palla sulla fascia sinistra a Innocenti (uscito dal ruolo di libero dopo il cambio Nocchi-Dicarlo) il pubblico comincia a rumoreggiare, un rumore che si fa più intenso quando Grassi riceve palla e chiude il triangolo con uno splendido passaggio in profondità per il capitano, il quale va sul fondo col portiere in uscita sul primo palo e, col cuore di chi sa quale grande azione sta per completare, fa l'assist dell'anno (forse del secolo).....



Il pallone arriva al centro dell'area a Leonardo Muccio, proprio a lui, al Poppa, che dopo una corsa disperata per raggiungerlo arriva a toccarlo a porta spalancata mettendolo sul palo opposto al passaggio e gonfiando la rete del Caruso per l'ultima e più grande gioia quercetana dell'anno.. è GOL e 3-0!



Ora descrivere quello che può essere successo sugli spalti a quel punto è davvero difficile se non riduttivo, forse le immagini del video che sta girando su Facebook in questi giorni sanno parlare molto meglio, posso solo dire che tutti sono andati ad abbracciare il Poppa in campo e quelli fuori hanno fatto esplodere un frastuono roboante correndo per tutta la tribuna fino a raggiungere la fascia in cui Leonardo è andato ad esultare! Un momento che verrà ricordato nella storia di questa squadra per molti anni a venire e che, personalmente, porterò nel cuore come uno dei più belli.



Finiti i bagordi per la rete del 2011 e ripristinato un minimo d'ordine i tifosi vorrebbero pure la doppietta (in pratica come vedere un'aurora boreale a Calenzano) ma si devono accontentare di un finale in cui Angileri para il secondo rigore sbagliato dagli avversari a seguito di un calcione in area di Turini all'attaccante.



Triplice fischio, mini invasione e corsa unita dei giocatori verso questo splendido tifo che, chi più chi meno, ha accompagnato i ragazzi per tutta la stagione. UN GRAZIE DAVVERO DI CUORE A TUTTI! Dopo una partita così si può solo dire che COME IL QUERCETO NESSUNO MAI e la felicità di tornare in campo a settembre per la preparazione sarà la solita di sempre!



Ci vediamo presto per le cene e gli incontri estivi organizzati dal Querceto calcio.






QUERCETO QUERCETO OLE'!!!



lunedì 16 maggio 2011

VIEUSSEUX CALCIO - CDP QUERCETO 1-1. Ancora quel maledetto recupero!

Per la sesta volta in questo campionato il Querceto subisce gol negli ultimi minuti , dopo una partita giocata tutto sommato con ampia sufficienza e che avrebbe potuto essere chiusa opportunamente in un paio di occasioni importanti. Sono circa una decina i punti persi dai rossogialli nel finale di gara, un bottino che sarebbe stato utile al raggiungimento dei playoff ma che rimarca nuovamente l'inesperienza di una squadra che esprime un bel gioco ma che ha ampi margini di miglioramento.
La formazione titolare è composta da Angileri, Dicarlo, Cinotti, Turini, Fabbretti, Casaburi, Nocchi, Sandrè, Pinzani, Lipuma e Innocenti in attacco!
Il Viesseux bramoso di punti salvezza parte bene e prova a concludere da fuori con un paio di tiri alti di poco, il Querceto alza il baricentro e mette in confusione la difesa avversaria con gli scambi e i movimenti del tridente Lipuma Innocenti Pinzani, quest'ultimo prova una conclusione a rete in area dopo aver saltato l'avversario diretto, il tiro viene bloccato dal portiere.
Al 20' Innocenti segna con un passaggio che lo smarca, ma l'arbitro annulla clamorosamente per un fallo che il capitano avrebbe commesso nonostante fosse davanti al pallone (misteri inspiegabili...).
Il gol arriva quasi a fine primo tempo grazie a una bella punizione di Lipuma che finisce nell'angolino basso: 1-0!
Nel secondo tempo il Vieusseux prova a pareggiare ma gli arcieri ripartono bene, vengono espulsi Sandrè e un giocatore del Querceto per una discussione e le due squadre rimangono in 10.
Passano 5 minuti e arriva la terza espulsione del centrocampista di casa dopo un fallo che fa scattare la seconda ammonizione.
Il Querceto ha l'opportunità del raddoppio con Casaburi lanciato a rete che, col portiere in uscita, tenta la conclusione anzichè smarcare Malavolti affiancato e libero di concludere a porta vuota.
Nonostante l'inferiorità numerica il Vieusseux comunque ci crede e le prova tutte arrivando al pareggio con un traversone che trova la testa del n.9 in area, la conclusione forma una parabola che scavalca Angileri (bravo pochi secondi prima a parare di piedi un tiro da pochi passi) e finisce sotto l'incrocio per il definitivo 1-1.
Pareggio tutto sommato meritato ma che matura per l'ennesima volta nel recupero così come all'andata il Querceto non è stato in grado di mantenere il vantaggio e per il prossimo anno su questo aspetto la squadra dovrà lavorare tanto.
Ora turno di riposo in attesa della passerella finale in casa col Fiorenza dove ci auguriamo un afflusso massimo e una coreografia spettacolare dei nostri sostenitori, bravissimi nell'aver dato manforte in casa e fuori ai loro beniamini durante tutta la stagione; spero che i veri protagonisti dell'ultima giornata siate voi per ciò che ci avete dato quest'anno. GRAZIE RAGAZZI!

CDP QUERCETO - SAN MINIATO 2-3. Perse partita e testa.

Intanto scusate il ritardo ma il blog ha avuto dei problemi informatici.
Per quanto riguarda la partita c'è da dire poco di confortante, se non che per un'ora buona il Querceto ha mostrato impegno e concentrazione nonostante l'assenza di pretese su obiettivi di campionato e affrontando una squadra che comunque necessitava di una vittoria per la salvezza, poi gli ultimi 20 minuti sono stati un delirio di testa e di episodi che hanno portato a 2 turni di squalifica per Collini e Bencini e 150 euro di multa per una bottiglia lanciata e una mini invasione del pubblico che, a mio personale parere, ci potevamo ampiamente risparmiare.
Aldilà di quello il Querceto parte bene con la rete di Torcini nel primo tempo, abile a sfruttare una respinta del portiere a pochi passi dalla linea di porta; sempre Torcini nel primo tempo prova il raddoppio con un lancio verticale che il giovane Suazo non riesce a deviare in porta.
Nel secondo tempo arriva subito il raddoppio con un ottimo Sandrè che con una serpentina salta tre uomini si accentra e davanti al portiere piazza un rasoterra senza scampo per il 2-0.
A questo punto il Querceto si dimentica come si gioca al pallone e dopo un minuto arriva il 2-1: gli arcieri perdono palla in un'azione di ripartenza e favoriscono il passaggio in profondità per il n.9 che offre una palla al centro facile facile per la conclusione a rete.
Il pareggio arriva 5 minuti dopo con un tiro da fuori area dopo una mischia su corner, la palla rasoterra è insidiosa e Massimiliani non riesce a fermarla: 2-2.
Il Querceto prova a scuotersi con LiPuma che non riesce a concludere positivamente un'occasione ghiotta capitatagli sui piedi all'altezza del dischetto. La CDP però perde un po' il lume della ragione e dopo qualche battibecco di troppo a centrocampo arriva il 3-2 degli ospiti su un cross dal fondo che scavalca Massimiliani e Dicarlo e arriva sulla spalla del numero 9 che a un metro dalla porta non può fallire la rimonta del S.Miniato.
Triplice fischio e altre scene da amatori che sarebbe stato opportuno contenere se non proprio evitare.
Si torna a casa a mani vuote in attesa della penultima partita contro il Viesseux, altra squadra nelle retrovie che lotta per rimanere in A1.
Fino alla fine FORZA QUERCETO!

giovedì 28 aprile 2011

Programma allenamento maggio

A voi il programma di allenamento e partite di maggio del Querceto.

V.C. MAGNINI - CDP QUERCETO 0-0. Calcio o calci?!





Dopo la partita di ieri vorrei impostare l'articolo in maniera diversa. Aldilà del risultato tutto sommato giusto, viste le poche opportunità da una parte e dall'altra, mi sono chiesto il perchè di un episodio in particolare, che arriva a circa 10 minuti dalla fine. E' stata una partita maschia giocata come sempre con intensità contro una squadra che ha sempre dimostrato le sue doti agonistiche in campo e qualche volta anche fuori. Si è visto già dopo 30 secondi quale andazzo avrebbe preso la partita e l'arbitro fino a un certo punto ha diretto piuttosto correttamente la gara. Poi ci sono le scaramucce tra giocatori, tipiche di una UISP che fu e che ricordano ancora qualche vecchia ruggine fra due squadre comunque sempre state rivali, ma anche in quell'occasione il direttore di gara aveva dato l'impressione di essere fermo e deciso nella sua posizione. Specialmente nell'ultima discussione tra Collini e il n.15 del Magnini la frase "al prossimo fallo vi butto fuori" aveva echeggiato sul campo di S.Giusto come un ultimatum inappellabile e che non lasciava spazio alle interpretazioni: ma non passano 2 minuti da quelle parole che il 15 del Magnini commette un fallo che dire da rosso sarebbe un eufemismo, un calcio da dietro dato a Casaburi a mirare esclusivamente le gambe a palla irraggiungibile con unica volontà di fare male sul serio all'avversario, un fallo che ricorda quasi perfettamente la foto qui sopra, penso che trovare differenze sostanziali tra i due episodi sia molto difficile, ciò che invece pare impossibile è il colore del cartellino tirato fuori dall'arbitro, un giallo, da lasciare esterrefatto anche Pasquale Bruno (per intendersi).





Mi dispiace, ma più di tutte le azioni, dei tiri, del discreto gioco espresso dal Querceto in un campo brutto, la cosa che più salta all'occhio è quella pedata vergognosa e la successiva decisione dell'arbitro ancor più vergognosa. Poi prendiamo le multe per striscioni ingiuriosi, seppur goliardici, rivolti all'AICS, ma dopo un episodio del genere, permettere ad un giocatore che ha fatto quel fallo di continuare a giocare la partita mi sembra molto più grave di qualche offesa scritta su uno striscione.





Nonostante ciò un BRAVI a tutti per la gara di ieri, c'è ancora la voglia e l'impegno; nonostante la posizione di classifica, che non lascia spazio a obiettivi di playoff, la squadra ha dato prova della sua determinazione. Un peccato per i tiri fuori di poco di Sandrè nel primo tempo e di Collini nel secondo. Ancora grazie per chi ha dato il massimo e per chi si è fatto riempire di pedate per 80 minuti come Petrini. In fatto di correttezza ieri non c'è stato alcun pareggio e sarebbe stato molto soddisfacente avvicinare un po' do più gli avversari ai Playout.





Ma vabene così, accendiamo un cero perchè nessuno s'è fatto male seriamente e stamani ognuno si è messo in piedi sulle proprie gambe. Pensiamo a Lunedì e alla partita di casa contro il S.Miniato, diamo il massimo per mantenere fortino il Caruso!





FORZA QUERCETO!

mercoledì 20 aprile 2011

CDP QUERCETO - AM GRASSINA 3-0. Caruso spettacolare in campo e sugli spalti!



Termina con un secco 3-0 il match tra Querceto e Grassina nel campo del Caruso dove gli arcieri, trascinati da un pubblico e una coreografia spettacolari, hanno dato vita ad una prestazione lodevole che ha permesso loro di sbloccare il risultato ed allungare nel solo secondo tempo. Tra esordi e riconferme rimane un po' l'amaro di aver buttato via qualche punto di troppo in partite dove il risultato andava chiuso o mantenuto, ma sotto il punto di vista dell'impegno in campo non si può rimproverare davvero niente a nessuno.



Il Querceto parte con Angileri, Di Carlo, Cinotti, Turini, Innocenti, Casaburi, Petrini, Fabbretti, Antimi, Pinzani e Li Puma.



Dopo soli due minuti arriva l'episodio che potrebbe cambiare la partita; palla in profondità per Pinzani che supera il suo avversario in velocità ed entra in area, quest'ultimo però si tuffa sul pallone come un vero portiere e allunga la mano togliendo la sfera dai piedi dell'attaccante che si vede sporcare il controllo e la successiva conclusione facilmente parata dal portiere; clamorosamente l'arbitro lascia correre!



Stessa decisione dubbia viene presa su un cross da calcio piazzato sul quale Pinzani viene evidentemente trattenuto in area senza che il direttore di gara segnali nulla.



La CDP fatica a trovare l'assetto giusto e qualche incomprensione difensiva permette agli avversari di concludere due volte a rete dal limite dell'area: il primo tiro viene parato da Angileri mentre il secondo si stampa sulla traversa.



I padroni di casa provano a rispondere con una bella azione di contropiede che termina col servizio per Li Puma che dal limite dell'area prova a superare il portiere in uscita, la punta non riesce però a segnare anche grazie ad un contatto al limite con un difensore del Grassina che lo trattiene un po'.



Gli ospiti ci riprovano su 2 punizioni dal limite ma Angileri fa buona guardia in entrambi i casi e blocca sicuro.



Primo tempo fermo sullo 0-0 e squadre negli spogliatoi.



Nella ripresa i rossogialli sembrano trovare la giusta posizione in campo e partono con un piglio diverso.



Ci provano subito con una conclusione dalla distanza di Casaburi che però è lenta e il portiere para tranquillamente.



A questo punto il Querceto tenta di sfruttare a pieno il suo arsenale offensivo e mette seriamente in difficoltà la retroguardia dell'Ema.



Petrini lancia sulla fascia sinistra Pinzani che crossa dentro l'area per Antimi (assistman e bomber in foto gay in alto a destra); il biondo anticipa il difensore con un bel controllo e conclude di destro sul primo palo nell'angolino basso, imprendibile! gran gol e 1-0!



Subita la rete, gli ospiti si disuniscono e i sestesi approfittano. E' Li Puma a trovare la conclusione ravvicinata leggermente defilato sulla destra ma il portiere respinge in angolo.



Il cambio Nocchi- Antimi infoltisce il centrocampo e i continui attacchi dei locali si fanno pressanti, il raddoppio imminente arriva al 21'.



Li Puma controlla un lancio di petto che serve Pinzani, il giovane sestese stoppa sempre col petto, si porta avanti la palla di tacco al limite dell'area e fa partire un sinistro potente e preciso che sibila alla destra del portiere senza lasciare scampo. 2-0!



Il Grassina prova a scuotersi ma la difesa è in giornata e l'esordio da titolare di Turini è dei più promettenti.



Inizia la girandola di cambi e il nuovo entrato Arrighetti prova a insaccare una punizione defilata sulla destra, il portiere devia sopra la traversa.



Sul successivo angolo la difesa respinge e dal limite il solito Pinzani fa rimbalzare la palla e la colpisce di incontro svirgolandola un pò, il tiro però è preciso e passa fra le gambe dei vari uomini in area, l'estremo difensore non la vede arrivare e si tuffa in ritardo vedendosi superare dalla sfera che entra in rete per il definitivo 3-0!



Niente più da segnalare se non la straordinaria coreografia dei tifosi che ha accompagnato i giocatori in campo per tutta la gara, un pubblico lodevole che quest'anno ci hanno invidiato in molti. Grazie ragazzi!



Giovedì allenamento, non servono parole per descrivere l'importanza del prossimo match col Magnini, una rivale storica che va affrontata con l'impegno e la concentrazione mostrata nelle ultime sfide di campionato!



Forza ragazzi! RUSH FINALE!!

lunedì 18 aprile 2011

SAN NICCOLO' - CDP QUERCETO 1-1. Bilico quinto posto

Finisce in pari la sfida al quinto posto tra S.Niccolò e Querceto; il risultato di 1-1 ha mostrato due squadre ben messe in campo che stanno disputando un egregio campionato. Gli arcieri, dalla loro, non possono far altro che incolparsi di essersi fatti riprendere per la quarta volta quest'anno nei minuti finali, dove il risultato sembrava acquisito nonostante l'inferiorità numerica. Il Querceto parte con Angileri, Dicarlo, Nocchi, Malavolti, Sandrè, Collini, Petrini, Fabbretti, Antimi, Lipuma e Arrighetti. E' la formazione di casa ad avere una ghiotta occasione subito dopo 4 minuti, con una verticalizzazione che smarca la punta davanti ad Angileri, il tiro sibila alla destra del palo esterno ed esce di poco. Rispondono gli ospiti con un bel cross dentro di Collini da calcio piazzato, il portiere sventa per un soffio la conclusione a rete di Arrighetti anticipandolo. Il primo tempo mostra un gioco fitto a centrocampo e le squadre fanno fatica a creare occasioni concrete. Ci riprova il S.Niccolo' al 27' con un cross dentro per l'attaccante n.5 ma Malavolti interviene prima che gli arrivi palla allontanando il pericolo. Termina un primo tempo privo di forti emozioni mentre la ripresa parte subito col gol quercetano; Sandrè va sul fondo della fascia sinistra e crossa dentro sul secondo palo per Antimi lesto a colpire a rete, il portiere prova la respinta ma tocca soltanto la palla che finisce in porta. 0-1! Il Querceto prende coraggio e prova a raddoppiare; è sempre Antimi ad avere sui piedi la palla del secondo gol ma la conclusione ravvicinata a seguito di calcio piazzato è centrale e l'estremo difensore blocca. Il S.Niccolò prova a pareggiare su una disattenzione difensiva che scavalca tutti e arriva al n.19, Angileri però esce bene e riesce ad anticiparlo. I rossogialli che tengono bene il campo rimangono in 10 per l'espulsione di Collini, reo di raccogliere la provocazione di un avversario e di farsi ammonire per la seconda volta. Il S.Niccolò prova quindi l'arrembaggio ma il Querceto fa buona guardia; quando sembra che la partita volga al termine a 2 minuti dalla fine il n.13 avversario trova un gran gol da 25 metri con una conclusione sotto la traversa che sorprende Angileri poco fuori dai pali. 1-1. I minuti finali non raccontano più nulla di eclatante e le due squadre vanno sotto la doccia restando a pari punti sia nella partita che nella classifica generale. Lunedì importante ritorno al Caruso in cui la CDP sfida il Grassina. Ancora una volta c'è da dimostrare di meritare la posizione in cui siamo. Non molliamo ragazzi!!!

martedì 5 aprile 2011

CDP QUERCETO - SAN QUIRICO 5-0. Indimenticabile..


Credo che sia stata una partita che resterà indelebile negli occhi dei giocatori e dei tifosi quercetani, per tanti motivi: è stata una vittoria importante perchè veniva da un periodo difficile, è stata importante perchè non battevamo una bella squadra come il S.Quirico da 6 anni, è stata importante perchè è frutto di una prestazione impeccabile che non ha lasciato scampo ad un avversario che probabilmente non aveva mai subito un distacco simile da quando partecipa ai campionati amatoriali, è stata importante perchè è arrivata grazie anche al sostegno di un pubblico straordinario che ha dato vita ad uno spettacolo da veri ultras, con striscioni e tifo da applausi. E' vero, gli ospiti arrivavano a questa sfida piuttosto rimaneggiati, ma non dimentichiamo che anche il Querceto non disponeva di Pinzani, Cinotti , Bassi e Innocenti (infortunatosi dopo pochi secondi dall'inizio), e comunque resta una vittoria senza appelli così come all'andata la sconfitta degli arcieri era stata meritata anche se meno ampia e con assenze importanti.

La CDP parte con Angileri, Bencini, DiCarlo, Innocenti, Fabbretti, Casaburi, Collini, Sandrè, Petrini, Antimi e Li Puma.

La partita inizia subito con una tegola per i rossogialli che dopo 3 minuti sono costretti a rinunciare a Innocenti che si stira e al suo posto entra Malavolti.

Ma che sia una giornata indimenticabile si vede dal primo affondo dei padroni di casa che dopo 8 minuti sono subito in vantaggio; Petrini, leggermente defilato sulla sinistra, stoppa una palla sui 30 metri e se la porta avanti fino all'altezza della lunetta dell'area, dove fa partire un destro potente e imprendibile che finisce sotto la traversa sul secondo palo, 1-0!

Non c'è neanche il tempo di esultare che il S.Quirico ha un opportunità clamorosa di pareggiare, il numero 2 parte da centrocampo e fa una serpentina fra i centrocampisti e difensori di casa, si avvia verso la porta con Angileri in uscita, il portiere sestese sventa il pericolo grazie ad una deviazione che fa stampare il tiro finale sulla traversa.

Il Querceto prende in mano il pallino del gioco e comincia a mettere palla a terra come si deve, gli scambi sono precisi e portano a concludere Collini all'interno dell'area di rigore dopo un'azione a dir poco da manuale; il suo tiro esce di poco sopra l'incrocio.

Il S.Quirico prova a pareggiare con un'azione che parte dal fallo laterale; la rimessa scavalca Malavolti e porta il 9 a concludere a rete da pochi metri dalla porta ma in posizione decisamente defilata, il tiro finisce sull'incrocio e si perde sul fondo.

E' ancora la CDP a manovrare bene, e con l'ennesima azione palla a terra porta alla conclusione dal limite Antimi, tiro bloccato dall'estremo difensore.

Nel finale, l'occasione del raddoppio arriva da un cross di Fabbretti per trovare Li Puma, il difensore sporca probabilmente il passaggio e lo stop della punta quercetana non è dei migliori, occasione sfumata.

Si va al riposo sul punteggio di 1-0.

Nella ripresa gli avversari partono forte ma la fase di non possesso rossogialla è impeccabile, le chiusure difensive arrivano puntuali e il centrocampo è sempre ben posizionato quando c'e' da coprire.

E' il 18' quando il Querceto trova il raddoppio.

Petrini guadagna punizione al limite dell'area per un fallo di mano, sulla palla si presente Li Puma che con un destro a giro scavalca la barriera e insacca la palla all'incrocio, 2-0!

Gli ospiti trovano due minuti più tardi la via della rete con una palla lanciata nel mezzo dell'area che il n.16 tocca involontariamente ingannando Angileri e finendo lentamente in porta, l'esultanza è però smorzata dal guardalinee che alza la bandierina per segnalare il fuorigioco dell'autore del gol annullato.

Passano i minuti e gli arcieri prendono campo; al 23' Antimi viene servito in profondità da Collini e si lancia a rete, il portiere esce e il biondo lo beffa riuscendo finalmente nel colpo del pallonetto, provato e mai riuscito in altre occasioni. 3-0!

Il quarto gol arriva al 28' grazie all'ennesimo cross di Fabbretti, libero di andare sul fondo dalla fascia destra; la sua parabola trova la testa di Li Puma che incorna senza lasciare scampo all'estremo difensore. 4-0.

Entrano Giachetti, Arrighetti e Turini per Antimi, Sandrè e Bencini.

Fra l'entusiasmo generale il nuovo entrato Arrighetti sigla la quinta rete a grande richiesta del pubblico: la conclusione vincente arriva da un calcio piazzato sulla destra dell'area da dove la punta fa partire il suo famoso mancino sul primo palo, vano il tentativo in tuffo del portiere. 5-0!

Il S.Quirico prova il gol della bandiera ma il tiro finale finisce largo sul fondo.

Fischio finale e grande vittoria, che risolleva la squadra da un momento un po' buio e da qualche risultato deludente durante la stagione.

Si va negli spogliatoi con tanti sorrisi e con la conferma che, nonostante la classifica il divario fra le prime 4 e noi non sia così dilagante.

Giovedì riunione al circolo ore 20, poi pizza. Martedì prossimo allenamento e Giovedì 14 partita al Galluzzo col S.Niccolò per trovare la conferma che questa vittoria non sia un caso.

6 partite alla fine da giocare con tutto il cuore e la grinta che abbiamo in corpo.

Forza ragazzi! Queste vittorie devono servire prima di tutto a farci crescere!

giovedì 31 marzo 2011

FC PANZANO - CDP QUERCETO 1-0. Perdersi nel Greve...


Nella lontana trasferta di Greve il Querceto trova la sconfitta a 10 minuti dalla fine contro un Panzano abile a sfruttare una delle pochissime occasioni gol di tutta la partita, che ha mostrato due squadre in difficoltà su un campo di dimensioni più sostanziose rispetto a quelli del Caruso e l'originario terreno di gioco dei padroni di casa. Analizzando il match gli arcieri hanno avuto anche qualche occasione di passare in vantaggio e il gol a 10 minuti dalla fine è figlio di una decisione arbitrale piuttosto discutibile, nonostante ciò i ragazzi di Querceto devono recitare il meaculpa per aver mostrato poco carattere in campo e troppo quando c'è stato da protestare per la rete annullata dalla quale è scaturita l'azione vincente dei locali. La formazione titolare (e anche finale) è composta da Massimiliani, Di Carlo, Innocenti, Cinotti, Malavolti, Antimi, Casaburi, Petrini, Pinzani, Arrighetti, Lipuma. L'inizio non è dei piu' travolgenti e non ci sono occasioni degne di segnalazione, il Panzano reclama per una trattenuta in area ai danni del loro numero 5 e il Querceto fa altrettanto 5 minuti dopo per un contatto tra Pinzani e un difensore dopo un'azione da calcio piazzato. Al 36' Lipuma ha l'occasione di portare in vantaggio i suoi grazie a un buon passaggio di Arrighetti, il suo tiro di sinistro però è debole e facile preda del portiere. Si va al riposo e il Querceto riassetta la difesa rimettendo Pinzani più avanzato. Il cambio di ruoli favorisce un pò la fluidità ma il bel gioco stenta ad arrivare; ci prova Arrighetti con un tiro da fuori ma nulla di fatto, i locali replicano con un sinsitro del centrocampista dalla distanza che finisce un metro fuori dal palo destro difeso da Massimiliani. L'occasione di vantaggio dei quercetani arriva al 25', calcio d'angolo in area che dopo un batti e ribatti finisce sulla testa di Petrini a un metro dalla porta, il tiro a botta sicura però viene sventato da una splendida parata del portiere che con un guizzo toglie la sfera da sotto la traversa. A 8 minuti dalla fine arriva l'episodio chiave, Pinzani serve ancora Petrini lanciato indisturbato a rete, ma il guardalinee alza la bandierina per un fuorigioco più che discutibile, le proteste sestesi si fanno veementi e molti perdono il ruolo che gli spetta per discutere con arbitro e assistente, gli avversari battono veloce e vincono un contrasto alla trequarti che lancia il numero 13 da solo verso Massimiliani che esce alla disperata, ma il nuovo entrato calcia di destro a girare sul primo palo portando in vantaggio la sua squadra. La partita perde di lucidità visto l'episodio e la stanchezza e non c'è molto altro da segnalare se non un risultato negativo e un finale che è meglio non commentare. Si torna a casa con zero punti e con l'amarezza di non aver fatto il massimo come è accaduto in altre occasioni dove nonostante la sconfitta i ragazzi avevano dato tutto. Si torna al Caruso lunedì con gli ecuadoregni rientrati e con la speranza di tornare a giocarsela con una forte squadra come il S.Quirico e con la convinzione che sia con gli ultimi che con i primi il Querceto non solo può ma deve giocarsela sempre fino alla fine, sempre che il cuore e la testa siano nel posto giusto! FORZA RAGAZZI, FINO IN FONDO!

mercoledì 23 marzo 2011

CDP QUERCETO - PAL GOOD 4-1. Giocar male e vincere

Dopo 4 sconfitte consecutive il Querceto torna a vincere a Sesto contro il Pal. Good con un risultato maturato nell'ultimo quarto d'ora del primo tempo. Nonostante questi siano i primi punti da 5 partite a questa parte c'è da ammettere che delle ultime gare questa è stata forse la peggiore prestazione degli arcieri che, aldilà dei 15 minuti dilaganti, non hanno espresso quel bel gioco visto in molte occasioni quest'anno.

La CDP parte con Angileri, Di Carlo, Cinotti, Nocchi, Innocenti, Casaburi, Pinzani, Fabbretti, Pietrini, Antimi e Arrighetti.

La squadra di casa prova a imporre il suo gioco nei primi minuti ma la partita è un po' noiosa; entrambi le squadre non riescono a tenere palla a terra e non si vedono azioni degne di nota.

La partita si sveglia al 20' quando dalla manovra ospite arriva un'occaione ghiotta per l'attaccante che prova a concludere a rete da buona posizione, Angileri molto attento respinge e la palla si perde sul fondo. Il querceto risponde con un tiro da centrocampo di Casaburi che prova a sorprendere il portiere reo di essere uscito per liberare una palla pericolosa, la conclusione esce di un soffio sopra la traversa.

Fantini varia i ruoli facendo avanzare Pinzani sulla linea delle punte, accentrando Fabbretti e mettendo Antimi a spingere sulla fascia destra.

Al 25' il cambio tattico inizia a dare i suoi frutti; Pietrini si guadagna un rigore rimediando un calcione in area di rigore, lo stesso si presenta sul dischetto tirando sul lato sinistro della porta, il portiere respinge e la palla torna sulla testa del rigorista che la colpisce facendole fare una parabola sulla quale il portiere tenta un disperato intervento, la respinta c'è ma la sfera ha già varcato la linea di porta, 1-0.

Lo svantaggio disunisce il Pal. Good che in 10 minuti prende altri 3 gol: il 2-0 è merito di un gran sinistro, i 3 arcieri davanti incasinano la difesa avversaria, Pietrini serve Arrighetti che spalle alla porta si libera dell'avversario e fa partire il suo mancino che finisce nell'angolino basso alla sinistra del portiere.

L'attacco non si placa e dopo una mischia in area arriva una conclusione che l'estremo difensore respinge sui piedi di Pinzani che con una facilità imbarazzante conclude a rete per il 3-0.

5 minuti alla fine e giunge il poker, Pinzani guadagna palla sulla trequarti e serve Arrighetti liberissimo sulla fascia sinistra, la punta controlla e fa partire un missile che sibila alla destra del portiere. 4-0.

Si va negli spogliatoi e nel secondo tempo la concentrazione crolla. Anzichè controllare la CDP perde un po' il filo tattico della partita e il Pal.Good esce un po' dalle tenebre grazie anche a qualche elemento davvero capace.

Il 4-1 arriva al 12' grazie a un cross che trova liberissimo il n.9 (il migliore degli ospiti) che da pochi passi conclude bene al volo di sinistro, traversa rete e 4-1.

La spinta del Pal.good per riaccendere la partita c'e' ma le conclusioni sono spesso imprecise e ben respinte da Angileri e dalla difesa; inizia la girandola di cambi e nota dolente del match è l'ingresso nel finale di gara di Leo Muccio, acclamato dai tifosi, un po' meno dagli sportivi.

Triplice fischio e tutti sotto la doccia, tornano i punti in casa quercetana e anche un po' di morale, adesso nella trasferta di Greve contro il Panzano si augura di rivedere anche il buon gioco.
Forza ragazzi dunque e confermiamo che la vittoria non è stato un caso.
ALE' QUERCETO